mercoledì , 23 maggio 2018
Home | Arti figurative

Arti figurative

Maxxi Mediaartfestival2018

Media Art Festival 2018

Dal 17 al 19 maggio, al MAXXI è andato in scena il Media Art Festival 2018, occasione unica per scoprire e approfondire l’universo nella New media art, ma nello stesso tempo per riflettere sul rapporto tra uomo e tecnologia digitale.

Frigerio

Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano

Un’arte liberata, politica, originale, innovativa, impegnata, in grado di comunicare concetti ed emozioni: un’arte vera, quella in mostra a Palazzo Strozzi di Firenze fino al 22 luglio.

Locandina Maf 2018

Media Art Festival 2018 – The Great Convergence: Natural and Artificial Intelligence

Pubblichiamo il Comunicato Stampa relativo al Media Art Festival, in scena al MAXXI di Roma dal 17 al 19 maggio:

Licia Galizia, Mare Oscuro, 2018, Veduta Dell'installazione

Licia Galizia | Flussi

Per chi ha voglia di inabissarsi nelle nuance nascoste dell’H2O la mostra Flussi presso Anna Marra Contemporanea è sicuramente un appuntamento da non perdere.

Frida ph Carlo Rotondo

Frida oltre il mito

Servizio sulla mostra di Frida Kahlo, Frida oltre il mito, al Mudec di Milano. Di Valeria Palumbo e Carlo Rotondo. I brani letti sono tratti dal testo teatrale di Valeria Palumbo, Diego, la rivoluzione e altri incidenti.

Img 20180316 Wa0004

Bertozzi&Casoni | Così è (se vi pare)

È marzo e ancora una volta le porte della galleria Anna Marra Contemporanea si aprono per sbalordire con la mostra Bertozzi&Casoni – Così è (se vi pare). In mostra visioni di molteplici e incantati mondi, creature di ceramica e costruzione di piccoli universi cristallizzati.

Habemus Hominem 1050x545

Jago. Habemus Hominem

Una modernità di immagini con riferimenti alla tradizione: è questo il leitmotiv alla base delle sculture di Jago – all’anagrafe Jacopo Cardillo – esposte al primo piano dell’Aranciera di Villa Borghese.

Cesare Tacchi. Una retrospettiva

Annullarsi per conoscersi meglio, indugiare nel dolce ozio per apprendere di più di sé e del mondo circostante, sono queste solo due delle più significative lezioni che lascia Cesare Tacchi.

Odissee. Diaspore, Invasioni, Migrazioni, Viaggi E Pellegrinaggi

ODISSEE. Diaspore, invasioni, migrazioni, viaggi e pellegrinaggi

Nel servizio di Valeria Palumbo, la mostra Odissee, a Palazzo Madama a Torino: è un percorso tra le migrazioni della storia a partire dall’esodo dall’Africa dell’Homo sapiens sapiens, 200mila anni fa.

Monet. Capolavori dal Musée Marmottan Monet, Parigi

Prorogata fino al prossimo giugno, la mostra dedicata a Monet allestita presso l’Ala Brasini del Complesso del Vittoriano di Roma dimostra il ruolo fondamentale del pittore francese per la pittura astrattista del Novecento.

Ciriaco Campus, Piero Mottola | Relation Ring, TPQ

Emozionare è arte, pratica decisamente complessa, ma indispensabile per l’essere umano e questo pensiero è quello che ritroviamo nelle ricerche artistiche di Ciriaco Campus e Piero Mottola.

68625 Presspreview21 Low

Picasso. Tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925

A pochi giorni dalla sua conclusione, è bene mettere in evidenza le ragioni del successo della mostra dedicata al maestro spagnolo, visitabile per ancora pochi giorni presso le Scuderie del Quirinale.

20171121 181642

Carichi di chiaro in notte acre – Elvio Chiricozzi

Lampi tuonanti e nuvole vaporose si materializzano nella suggestiva galleria Anna Marra contemporanea grazie alla mostra Carichi di chiaro in notte acre.

Tempo Sospeso – Natino Chirico

Dal 19 ottobre al 17 novembre nel magico quartiere Coppedè situato nel cuore di Roma prende vita la personale di Natino Chirico, l’artista del sorriso.

Galleria Continua

A San Gimignano quattro personali per raccontare l’universo artistico di Jonathas De Andrade, Etel Adnan, Ahmed Mater e Sabrina Mezzaqui.

La distanza delle ragioni – Veronica Botticelli, Khen Shish

Fili e segni si intrecciano complici nella nuova mostra La distanza delle ragioni presentata il 18 settembre alla galleria Anna Marra Contemporanea a Roma

mostra Longobardi Pavia_ph Carlo Rotondo

Longobardi. Un popolo che cambia la storia

Longobardi: la mostra di Pavia, servizio di Valeria Palumbo e Carlo Rotondo.

Mao Jiahua – The timeless dance / Beyond the mountains

Inchiostro, carta e pennelli realizzano, tramite la mano del cinese Mao Jiahua, visioni e paesaggi spirituali inebrianti e spettacolari nella mostra The timeless dance – Beyond the mountains presso i locali del Vittoriano.

Claudia Peill – In ogni dove

Velature rivelatrici ed equilibrismi leggeri implodono nell’immaginario artistico di Claudia Peill, dando spazio a visioni improvvise e riflessioni prospettiche.

Marc Chagall e Ottavio Missoni – Sogno e Colore

I quadri tessili dello stilista dialogano con la magia del pittore: nell’esposizione curata da Luca Missoni le opere di Chagall dalla tiratura limitata e provenienti da collezioni private entrano in relazione con il fascino degli intrecci del padre.

Ottone Rosai e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia

Inaugurata al Mug di Forte dei Marmi la mostra Ottone Rosai e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia.

Cross the Street-Cross the River

La lotta della strada continua entrando all’interno del Macro Nizza di Roma con la mostra Cross the Street-Cross the River. Il museo diviene campo di battaglia dove si fronteggiano la cosiddetta arte di strada e la tradizionale arte istituzionale.

TV70. Francesco Vezzoli guarda la Rai

Per tutta l’estate, la Fondazione Prada propone un percorso attraverso gli anni Settanta, tra video-documenti dedicati agli orrori della cronaca del tempo e materiali tratti dai programmi più radicali dell’epoca; il viaggio proposto da Francesco Vezzoli diventa un’introspezione culturale ed esistenziale per ciascuno di noi. 

Bill Viola – Rinascimento elettronico

Bill Viola, maestro di fama internazionale della video-arte contemporanea, è in mostra a Firenze con Rinascimento Elettronico, lavoro che  rivisita, attraverso l’immagine elettronica, opere pittoriche  rinascimentali.

Yoko Ono e Claire Tabouret – One day I broke a mirror

In Mostra all’Accademia di Francia di Roma, due differenti generazioni di artiste si uniscono per riconfrontare la storia dando spazio al femminile. Esiste ancora quel femminismo fatto di rivolta e attivismo? E di conseguenza una politica impegnata nell’arte come mezzo più potente di azione?

>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi