martedì , 12 dicembre 2017
Home | Arti figurative

Arti figurative

20171121 181642

Carichi di chiaro in notte acre – Elvio Chiricozzi

Lampi tuonanti e nuvole vaporose si materializzano nella suggestiva galleria Anna Marra contemporanea grazie alla mostra Carichi di chiaro in notte acre.

Tempo Sospeso – Natino Chirico

Dal 19 ottobre al 17 novembre nel magico quartiere Coppedè situato nel cuore di Roma prende vita la personale di Natino Chirico, l’artista del sorriso.

Galleria Continua

A San Gimignano quattro personali per raccontare l’universo artistico di Jonathas De Andrade, Etel Adnan, Ahmed Mater e Sabrina Mezzaqui.

La distanza delle ragioni – Veronica Botticelli, Khen Shish

Fili e segni si intrecciano complici nella nuova mostra La distanza delle ragioni presentata il 18 settembre alla galleria Anna Marra Contemporanea a Roma

mostra Longobardi Pavia_ph Carlo Rotondo

Longobardi. Un popolo che cambia la storia

Longobardi: la mostra di Pavia, servizio di Valeria Palumbo e Carlo Rotondo.

Mao Jiahua – The timeless dance / Beyond the mountains

Inchiostro, carta e pennelli realizzano, tramite la mano del cinese Mao Jiahua, visioni e paesaggi spirituali inebrianti e spettacolari nella mostra The timeless dance – Beyond the mountains presso i locali del Vittoriano.

Claudia Peill – In ogni dove

Velature rivelatrici ed equilibrismi leggeri implodono nell’immaginario artistico di Claudia Peill, dando spazio a visioni improvvise e riflessioni prospettiche.

Marc Chagall e Ottavio Missoni – Sogno e Colore

I quadri tessili dello stilista dialogano con la magia del pittore: nell’esposizione curata da Luca Missoni le opere di Chagall dalla tiratura limitata e provenienti da collezioni private entrano in relazione con il fascino degli intrecci del padre.

Ottone Rosai e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia

Inaugurata al Mug di Forte dei Marmi la mostra Ottone Rosai e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia.

Cross the Street-Cross the River

La lotta della strada continua entrando all’interno del Macro Nizza di Roma con la mostra Cross the Street-Cross the River. Il museo diviene campo di battaglia dove si fronteggiano la cosiddetta arte di strada e la tradizionale arte istituzionale.

TV70. Francesco Vezzoli guarda la Rai

Per tutta l’estate, la Fondazione Prada propone un percorso attraverso gli anni Settanta, tra video-documenti dedicati agli orrori della cronaca del tempo e materiali tratti dai programmi più radicali dell’epoca; il viaggio proposto da Francesco Vezzoli diventa un’introspezione culturale ed esistenziale per ciascuno di noi. 

Bill Viola – Rinascimento elettronico

Bill Viola, maestro di fama internazionale della video-arte contemporanea, è in mostra a Firenze con Rinascimento Elettronico, lavoro che  rivisita, attraverso l’immagine elettronica, opere pittoriche  rinascimentali.

Yoko Ono e Claire Tabouret – One day I broke a mirror

In Mostra all’Accademia di Francia di Roma, due differenti generazioni di artiste si uniscono per riconfrontare la storia dando spazio al femminile. Esiste ancora quel femminismo fatto di rivolta e attivismo? E di conseguenza una politica impegnata nell’arte come mezzo più potente di azione?

Processi 144

Solo sfidando la salita del colle Gianicolo è possibile ammirare la mostra dei borsisti della Reale Accademia di Spagna, e scorgendo un’altra prospettiva lo spirito si apre ad una cultura molto più vicina alla nostra di quanto si possa immaginare.

Elisa Corsini e Cynthia Sah – Fondazione Arkad

Nel borgo di Seravezza il marmo si declina nelle sculture di due donne di rara gentilezza, Elisa Corsini e Cynthia Sah, ospite e padrona di casa dell’ex peschiera del Palazzo Mediceo – oggi sede della Fondazione Arkad.

Giuseppe Penone – Matrice

Il Palazzo della Civiltà Italiana apre i suoi spazi a una mostra dedicata interamente alle opere di Giuseppe Penone, artista di fama internazionale che ha esposto in diversi importanti musei come al Kunstmuseum di Lucerna, al Museum of Modern Art di New York, al Musée d’art moderne de la Ville de Paris o alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma.

Jilly Casty. Sculture in vetro – Attimi di grazia e gioia

In quella che forse è stata la prima vera domenica d’estate, il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ha inaugurato la mostra dell’artista statunitense Jill Casty, Sculture in vetro – Attimi di grazia e di gioia. Trionfo di colore, trasparenza e leggerezza.

Cantate uomini, la vostra storia – Omaggio a Dario Fo e Franca Rame

Si è tenuta mercoledì 14 giugno, con più di un’ora di ritardo, l’inaugurazione della mostra dedicata alle figure di Dario Fo e Franca Rame presso la Sala Alessandrina dell’Archivio di Stato romano.

Fuco Ueda – Yumei, Questo mondo e l’Altrove

Le suggestive sale della Dorothy Circus Gallery di Roma, ospitano le opere di Fuco Ueda, una delle artiste contemporanee giapponesi di maggior successo nell’ambito del surrealismo pop. La mostra inaugurata il 9 giugno, è in corso fino al 15 luglio e permette di entrare in contatto diretto con la surreale e personalissima visone dell’artista. 

Fang Zhaolin. Signora del Celeste Impero

Al Museo della Permanente di Milano sono in mostra, fino al 10 settembre, 60 opere dell’artista cinese Fang Zhaolin. Servizio di Valeria Palumbo.

Paolo Grassino – La sostenibile visibilità dell’assenza

Sperimentare l’assenza, riuscendo a viverla in maniera alternativa, constandone il suo lato straordinariamente positivo: ciò promette Paolo Grassino con La sostenibile visibilità dell’assenza.

Dicò – Combustioni

L’8 e il 9 giugno il Complesso del Vittoriano ha aperto le porte all’antologia di un’artista rivoluzionario che cambierà notevolmente l’orizzonte dell’arte contemporanea nei prossimi anni.

Arcanum

Se vi aspettate una bella galleria chiara inondata di luce, con i quadri ben allineati sulle loro pareti candide, circondati da persone silenziose che sorseggiano vino bianco, state andando nel posto sbagliato.

Triumphs and Laments di William Kentridge

Difficile da fotografare, impossibile da descrivere, l’opera murale di Kentridge ha sfidato e sfida tutt’oggi il degrado da parte di chi non comprende fino a fondo il suo valore.

Kandinskij, il cavaliere errante

Kandinskij, il cavaliere errante. In viaggio verso l’astrazione è il titolo della mostra aperta fino al 9 luglio al Mudec di Milano: qui il servizio di Valeria Palumbo e Carlo Rotondo.

>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi