martedì , 12 dicembre 2017
Home | Arti figurative | Il patrimonio dell’Unesco della Germania

Il patrimonio dell’Unesco della Germania
Recensioni/Articoli di

Il 24 febbraio all’interno del complesso monumentale del Vittoriano, mentre fuori una pioggia leggera bagna quel che resta del nostro antico impero, la Germania presenta se stessa in vista dell’EXPO. All’interno di ROMA verso EXPO, progetto del comune di Roma cui hanno aderito quasi tutti i paesi della grande esposizione universale che il primo maggio aprirà …

8,00

Tra passato e futuro

vittoriano[1]Il 24 febbraio all’interno del complesso monumentale del Vittoriano, mentre fuori una pioggia leggera bagna quel che resta del nostro antico impero, la Germania presenta se stessa in vista dell’EXPO.

All’interno di ROMA verso EXPO, progetto del comune di Roma cui hanno aderito quasi tutti i paesi della grande esposizione universale che il primo maggio aprirà le sue porte a Milano, la Germania, forte della sua partnership con il nostro paese, inaugura e presenta la mostra dal tema Il patrimonio dell’Unesco della Germania il cui  scopo è quello di far scoprire l’altro oltre Berlino.

Una sequenza di foto dai toni accessi si succedono per mostrarci attraverso immagini suggestive un’architettura e un paesaggio che quasi ci sorprende. Così facendo, la Germania, in vista dell’appuntamento di Milano, ci svela la propria storia, la propria tradizione lunga secoli svincolandosi un po’ da quell’idea che la vede totalmente rivolta al moderno e al progresso.

Dai castelli ai monasteri, al duomo di Spira in stile romanico, ROMA verso EXPO ci regala un’immagine più calda di una Germania che, spesso, seguendo i luoghi comuni, si crede essere emotivamente fredda. Una natura  incontaminata accompagna lo spettatore lungo tutto il corso del Reno alla presenza di molti parchi, uno fra tutti, quello collinare di Wilhelmshöhe, che con i suoi 300 anni rappresenta un connubio perfetto di urbanistica e natura.

Durante la presentazione, parlando dell’EXPO, il padiglione tedesco viene annunciato come uno tra i più innovativi in cui tecnologia e interazione multimediale la fanno da padroni, anticipando il futuro; la mostra, invece, va al di là, illustrando aspetti legati alla storia e il fascino di una Germania rivolto al passato. E alla fine, se l’ambasciatore tedesco Reinhard Schäfers, intervenuto all’inaugurazione, ci invita e ci sollecita ad andare a Milano, nei più nostalgici ciò che sorge è il desiderio di correre all’aeroporto, di prendere il primo aereo verso questo paese.

Con la consapevolezza che il viaggio alla sua scoperta possa arricchire e affascinare in tutte le direnzioni temporali.

La mostra continua:
Complesso del Vittoriano – Sala Zanardelli
Roma
dal 18 febbraio al 4 marzo
tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30
ingresso gratuito

Il patrimonio dell’Unesco della Germania
in collaborazione con Roma Capitale e Expo Milano 2015

8,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi