martedì , 12 dicembre 2017
Home | Arti figurative | Macugnaga ricorda il pittore Ernesto Treccani

Macugnaga ricorda il pittore Ernesto Treccani
Recensioni/Articoli di

Una mostra al Museo della Montagna di Macugnaga rendere omaggio al lavoro dell’artista ed ai suoi legami con il territorio: dal Monte Rosa alle siepi, dai torrenti al cielo stellato fino ai ritratti degli affetti più cari e le amicizie di una vita, presenze sempre vive nella memoria. Macugnaga, il paese da cui si può …

8,00

Ernesto Treccani e il Monte Rosa

museomontagnaUna mostra al Museo della Montagna di Macugnaga rendere omaggio al lavoro dell’artista ed ai suoi legami con il territorio: dal Monte Rosa alle siepi, dai torrenti al cielo stellato fino ai ritratti degli affetti più cari e le amicizie di una vita, presenze sempre vive nella memoria.

Macugnaga, il paese da cui si può ammirare l’imponenza della parete est del Monte Rosa, è stato a lungo meta privilegiata e fonte di ispirazione per Ernesto Treccani. Per sottolineare il legame profondo tra il maestro e questi luoghi, Fondazione Corrente, Comune di Macugnaga e Pro Loco Amici di Macugnaga hanno organizzato al Museo della Montagna, dal 10 al 31 agosto, una bella mostra con una selezione dei dipinti qui realizzati tra il 1975 e il 2009. Evento nell’evento, lo spazio espositivo inaugura il nuovo allestimento della sala mostre.
Sfogliamo la piccola ma preziosa pubblicazione che accompagna l’iniziativa ed attingiamo dal testo introduttivo di Deianira Amico per descrivere l’inteso sentimento che legava Treccani a quei paesaggi alpini.
“Sono rari i quadri in cui il Monte Rosa si mostra con chiarezza, tuttavia il suo profilo compare più volte come una traccia, una presenza legata ad un ritratto. Il Rosa è per Treccani non solo il paesaggio dove intrattenere con lo studio della natura un rapporto privilegiato, come ad esempio è stata la San Victoire per Cézanne, ma è un luogo di appartenenza, legato alla memoria delle radici familiari, vissuto dall’infanzia agli ultimi anni di vita. Le ragioni di una mostra a Macugnaga, pertanto, intrecciano indissolubilmente il percorso intellettuale ed artistico di Treccani al mondo degli affetti. La Casa di Macugnaga è l’incipit della mostra, rappresentata nella facciata e costruita con colori lievi a pastello e tempera, a segnalare la dimensione intima. Prende vita, dalla casa paterna in poi, un percorso tra frammenti del quotidiano: se il ritratto della madre e del padre nasce da un’immagine fissata nella memoria, il Menù del Capodanno 1981, inedito di una serie di dodici esposto in anteprima, ricorda la tradizione di feste e visite che ha animato i soggiorni invernali ed estivi della famiglia. […..] Tra cielo e terra ritroviamo i temi cari a Treccani: siepi, torrenti ed il cielo attraversato da un volo di passeri, sono elementi della natura che vivono nella sua pittura come mezzo di invenzione e non di imitazione; anche le tenebre notturne prendono vita se accese dal bagliore di un Cielo stellato. […..] Nella compresenza tra uomo e natura, ciò che conta è la forza vitale della luce, simbolo antico della trascendenza e della verità ed emblema moderno della ragione e della conoscenza, capace di trasformare un angolo di mondo in un paradiso terrestre o in un locus amoenus. Nell’Autoritrattocon la montagna, come nelle figure immerse nel paesaggio, l’artista dipinge la montagna come “da camminarvi dentro” – come scrive Treccani poeta – con il massiccio che sembra aprirsi ai suoi passi, mentre i colori tessono una parte della natura e l’uomo tenta di porsi attivamente in essa.”
Durante il periodo di apertura della mostra, sabato 17 agosto, al Kongresshouse, si terrà un incontro pubblico con interventi di Beba Schranz, Assessore alla Cultura del Comune di Macugnaga, Maddalena Muzio Treccani, Gianni Cervetti , Presidente della Fondazione Corrente e Jacopo Muzio. Verrà inoltre proiettato il documentario Verso Melissa, in viaggio con Ernesto Treccani, realizzato nell’estate del 2000 dal nipote Jacopo con Diego Cassani e Andrea Treccani in occasione del consueto viaggio che il pittore compie a Melissa, nel Crotonese, per ricordare i fatti di sangue legati all’occupazione delle parti incolte dei latifondi in contrada Fragalà da parte dei contadini. Sei anni dopo, il filmato di allora diventa un breve documentario cui si affida più di una riflessione: sul fare estetico e sull’arte come mestiere, sull’evoluzione antropologica e politica di un mondo segnato fin dall’origine dalla separazione rispetto al Nord produttivo e industriale, e non ultima sull’umanesimo di quegli intellettuali che, come Treccani, hanno condiviso le lotte contadine del Sud degli anni Cinquanta.

clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire
clicca per ingrandire

La mostra continua:
Museo della Montagna
via Harlonovo – Macugnaga (VB)
fino a sabato 31 agosto
www.amossola.it/MuseiOssola/index.php/MacugnagaMuseoMontagna.html
Macugnaga ricorda il pittore Ernesto Treccani

allestimento di Jacopo Muzio
testo critico di Deianira Amico
organizzazione Alberto Pala
con il patrocinio e il contributo di Fondazione Corrente, Comune di Macugnaga e Pro Loco Amici di Macugnaga
sabato 10 agosto, ore 18.30
inaugurazione mostra
Eventi collaterali:
Kongresshouse di Macugnaga
sabato 17 agosto, ore 21.00
incontro con Beba Schranz, Maddalena Muzio Treccani, Gianni Cervetti e Jacopo Muzio

seguirà la proiezione del documentario
Verso Melissa, in viaggio con Ernesto Treccani
di Jacopo Muzio
con Diego Cassani e Andrea Treccani

8,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi