venerdì , 24 marzo 2017
Home | Arti figurative | Oltre Lo Sguardo. Visioni e previsioni oniriche

Oltre Lo Sguardo. Visioni e previsioni oniriche
Recensioni/Articoli di

La Casa-Museo Ugo Guidi, di Forte dei Marmi, presenta un simposio d’arte contemporanea: venti sguardi sull’oltre, attraversati dalla forza rivelatrice del sogno. «Mentre Forte si prepara al letargo invernale l’attività del museo continua, anzi…»: così afferma Vittorio Guidi, curatore del MUG, con un certo orgoglio – più che giustificato visto il fermento di attività che …

8,50

Lo sguardo che interroga e le vie dell’onirico

museo-ugo-guidi-forte-dei-marmi-luccaLa Casa-Museo Ugo Guidi, di Forte dei Marmi, presenta un simposio d’arte contemporanea: venti sguardi sull’oltre, attraversati dalla forza rivelatrice del sogno.

«Mentre Forte si prepara al letargo invernale l’attività del museo continua, anzi…»: così afferma Vittorio Guidi, curatore del MUG, con un certo orgoglio – più che giustificato visto il fermento di attività che anima il centro fin dalla sua nascita e che oggi può vantare un programma espositivo già definito fino a marzo 2015.

Tra le varie proposte, segnaliamo la prossima dedicata ai giovani – che partecipano al Concorso riservato alle Accademie, Il Maestro presenta l’Allievo; e, successivamente, una mostra dedicata a Morandi, per la quale saranno coinvolti alcuni artisti chiamati a dialogare con l’opus del pittore. Come ha affermato Annarita Melaragna, che ha curato il testo critico della mostra Oltre Lo Sguardo. Visioni e previsioni oniriche: «Grazie alla Casa-Museo Guidi che ci fa vivere di arte». Un ringraziamento con doppia motivazione: per l’attività organizzativa ed espositiva sempre effervescente, ma anche per aver messo a disposizione del pubblico lo spazio unico e inimitabile della casa-museo. Come fa notare Melaragna, entrarvi significa: «avvolti, proiettati nel vissuto dell’artista». La casa ospita infatti un’incredibile quantità di opere (sculture, pitture e disegni) firmate da Ugo Guidi e dà la possibilità di ripercorrere l’indefesso lavoro di ricerca dell’artista. Visitare questo spazio è un’autentica esperienza, che si deve vivere evitando di osservare le opere linearmente; lasciando, al contrario, che l’occhio erri liberamente posandosi là dove decide, così da scoprire cosa c’è in serbo per lui.

«Ogni volta che si espone», spiega ancora Vittorio Guidi: «Occorre decidere in che rapporto le opere stanno a ciò che si trova già qui: qualcosa viene coperto, qualcosa emerge, ma sempre il carattere particolare di questo spazio obbliga a un rapporto fra le opere presenti e quelle da esporre». Melaragna, a tal proposito, descrive l’effetto dei quadri esposti come una ventata di contemporaneità, che tuttavia non getta nel passato le opere di Guidi, ma ne mostra l’assoluta attualità. Oltre lo sguardo. Visioni e previsioni oniriche è una mostra di artisti abruzzesi, il cui comune denominatore è la passione – per la denuncia, per il lavoro. Passione che ha la possibilità di liberarsi interamente nel sogno e che l’artista restituisce attraverso le proprie opere.

Proprio l’elemento onirico è quello centrale, il momento in cui tutto è possibile, ivi compreso sperimentare quel caos che – come afferma Melaragno – è in realtà l’epifania del tutto. In altre parole, lo spettatore si trova di fronte a venti sguardi – come spiega il curatore, professor Massimo Pasqualone – che, in tempo di crisi, mostrano tutto il loro valore e il loro potere perché in grado di guardare oltre la superficie delle cose e di porre domande che avevamo perso di vista, fra le quali quella fondamentale e che riguarda tutti, ossia il senso del nostro esistere: interrogativo che carica lo sguardo di malinconia e rimanda alla caducità della condizione umana.

L’inaugurazione della mostra è stata l’occasione per incontrare l’artista Marianna D’Aulerio, presente con quattro opere, nelle quali indaga la figura femminile e, con essa, le diverse manifestazioni di femminilità – opere pervase e attraversate tutte da un’intensa passionalità.

In totale, venti opere esposte (di cui una parte presso il Logos Hotel): diverse per tecniche, per suggestioni e ispirazione. L’invito al pubblico è di fare un respiro profondo e, poi, lasciarsi sommergere. A ognuno, il proprio personale viaggio nell’onirico.

La mostra continua:
Museo Ugo Guidi

via M. Civitali, 33
Forte dei Marmi (Lucca)

Logos Hotel
via Mazzini, 153
Forte dei Marmi (Lucca)

fino a mercoledì 12 novembre
al Museo Ugo Guidi su appuntamento, telefonando al 348020538 o scrivendo a: museougoguidi@gmail.com
al Logos Hotel sarà possibile visitare una sezione della Mostra tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 23.00

Simposio di arte contemporanea
Oltre Lo Sguardo
Visioni e previsioni oniriche
Collettiva di Artisti Abruzzesi
Maria Pia De Meo, Ada Pianesi Villa, Enrico Cappuccilli, Luciano Astolfi, Alessia Pignatelli, Pasquale Lucchitti, Marco Cimorosi, Lucio Monaco, Roberto Di Giampaolo, Gino Berardi, Lino Alviani, Giuseppina Narducci, Stella Cilli, Rita Di Marcantonio, Concetta Daidone, Angela Di Teodoro, Romina Scipione, Carmine Galiè, Francesco Ciccolone, Massimo Di Febo, Roberta Papponetti, Concetta Iaccarino, Mario Buongrazio

8,50

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi