domenica , 19 novembre 2017
Home | Installazioni | The Spirit of Caravaggio – Immersive Experience

The Spirit of Caravaggio – Immersive Experience
Recensioni/Articoli di

Le Sale del Bramante ospitano, dal 18 Giugno al 30 Novembre 2017, la mostra multisensoriale The Spirit of Caravaggio, un percorso interamente digitale  con videoproiezioni in HD, che ripercorrono la vita e il genio del maestro Michelangelo Merisi da Caravaggio. Caravaggio è uno dei pittori più importanti della sua epoca e com’è noto il suo …

5,00

Riscoperta multimediale di un classico

Le Sale del Bramante ospitano, dal 18 Giugno al 30 Novembre 2017, la mostra multisensoriale The Spirit of Caravaggio, un percorso interamente digitale  con videoproiezioni in HD, che ripercorrono la vita e il genio del maestro Michelangelo Merisi da Caravaggio.

Caravaggio è uno dei pittori più importanti della sua epoca e com’è noto il suo stile ha influenzato notevolmente la pittura barocca. I suoi studi comprendono un’analisi completa dei soggetti che parte dallo stato emotivo fino ad arrivare alla fisicità, ed estremamente importante nei dipinti caravaggeschi è l’uso della luce, capace di conferire anima e volume alle scene rappresentate.

Lo spazio della mostra The Spirit of Caravaggio si divide in tre aree espositive che trasportano l’osservatore in un’atmosfera surreale: egli si ritrova immerso in un ambiente di pietra viva quasi a simboleggiare le vecchie botteghe d’artista e contemporaneamente può osservare come l’utilizzo della nuova tecnologia digitale crei un contrasto piacevole con lo spazio espositivo, tutt’altro che forzato. Nella prima area vengono proiettate sui due muri che la delineano tutte le opere più conosciute e famose dell’artista, come La Maddalena Penitente, Medusa, Narciso, La Crocifissione di San Pietro. Particolarmente interessante è come attraverso l’uso di ingrandimenti e giochi di montaggio si possano osservare dei particolari che ad occhio nudo altrimenti non si potrebbero notare, simboli, segni e messaggi che disposti in maniera sapiente nelle scene svelano particolari interessanti della vita di Michelangelo Merisi. Come gli innumerevoli autoritratti rappresentati in dipinti come in Giuditta e Oloferne, Davide con la testa di Golia e Bacchino Malato. Visioni molto forti di se stesso nell’atto della morte, pensiero che lo perseguitò per tutta la vita. Proseguendo, a proposito di Bacchino Malato si può osservare una riproduzione materiale, con annesso tutto il mobilio, di come il pittore dipinse il quadro; procedendo su questa linea possiamo entrare in diretto contatto anche con la riproduzione dello scenario di un’altra opera , ovvero La vocazione di San Matteo.
Far entrare in contatto fisico il fruitore con la mostra è un’idea innovativa e coinvolgente, si ha la possibilità di essere partecipi all’evento non più come osservatori passivi ma attivi. La seconda sala è un tributo al pittore con la proiezione di un breve passaggio dello sceneggiato di Angelo Longoni,con Alessio Boni nei panni dell’artista, che sottolinea gli ultimi passaggi della vita di Caravaggio e il disvelamento della parte del suo animo malinconica e debole sempre nascosta dalla personalità inquieta.

Il suo operato artistico, sebbene egli non abbia mai voluto formare successori, ispirò molti artisti barocchi che diedero via al Caravaggismo, corrente pittorica che si rifà agli schemi e agli studi percettivi del grande maestro lombardo. Nella terza sala ritroviamo proprio una riproduzione di dipinti dei maggiori esponenti di questa corrente chiamati i “caravaggeschi” , per citarne alcuni: Orazio Gentileschi e sua figlia Artemisia, Josè de Ribera e Francesco Boneri. Non è stato un caso scegliere queste sale espositive per ospitare The Spirit of Caravaggio, perché in passato vennero utilizzate come studi e laboratori di molti artisti, tra i quali Bramante e lo stesso Michelangelo Merisi quando lavorava al Ciclo della Capella Cerasi; si può dire che sia un suo ritorno agli ambienti lavorativi a lui più familiari. A concludere il percorso c’è l’opportunità di visitare il Sepolcro dei Domizi, un’antica tomba di età imperiale dove hanno riposato a lungo le ceneri di Nerone.

La mostra continua:
Sale del Bramante
Piazza del Popolo, 12 – Roma
aperto tutti i giorni dalle ore 11.00 alle ore 19.00

The Spirit of Caravaggio – Immersive experience
Dal 18 Giugno al 30 Novembre 2017

5,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi