Redazionale

Ceres, la birra danese conosciuta in tutto il mondo, supporta l’osservatorio italiano per la creatività urbaba, Inward, promuovendo la realizzazione di street art nel quartiere San Salvario di Torino e nella periferia napoletana di Ponticelli.

A Torino, è l’imponente murales di Conr70, Blu Celebrale, a dare colore al quartiere di Sal Salvario.

Un’impronta decisamente diversa, dall’emblematico titolo Chi è vulut bene, nun s’o scorda, per l’opera dei siciliani Rosk e Loste che per l’occasione si sono avvalsi della partecipazione degli abitanti di Ponticelli.

Ceres, tanto a Torino, quanto a Napoli, sostiene dunque la parte artistica della vita di strada, quella più sincera perché legata all’autentica tradizione del nostro paese. E, dunque, attraverso il muro di Cern79 e quello di Rosk e Loste che prende forma e colore l’essenza del brand Ceres, la volontà di colorare d’arte il dna della strada.

Buzzoole

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.