Uno sguardo alla terra

È stata in esposizione, fino al 28 Gennaio, la mostra fotografica Genesi del grande fotografo Sebastião Salgado. Una raccolta fotografica che ci mostra il nostro pianeta in una veste nuova e seducente.

Vedere è un input che parte dagli occhi ed arriva al cervello, guardare è l’esatto contrario. Sebastião Salgado guarda il mondo e lo mostra anche agli altri, lasciando trasparire la sua passione, il suo pensiero, la sua sofferenza. La raccolta di più di 200 fotografie nel suo lavoro Genesi, ci mostrano un viaggio negli angoli più remoti del pianeta, durato anni.“È il mio omaggio al pianeta. È un suo ritratto”. Sono queste le parole del grande fotografo brasiliano Salgado riguardo questo suo ultimo lavoro. Insieme alla moglie ha sempre lottato per far conoscere il mondo ed ha realizzato reportage di denuncia per tutta la vita, questa volta però ha voluto omaggiare il pianeta, scoprendolo in tutte le sue sfaccettature. Salgado ha mostrato la condizione umana per tutta la sua vita, ma ora compaiono dei nuovi protagonisti, gli animali.

Prima di mostrare e definire il suo lavoro, l’artista ha vissuto nelle Galapagos, in Kenya, in Russia… ha vissuto nei luoghi più caldi e più freddi del mondo, ha migrato insieme ad un gruppo di 18 Nenet a -30°, ha mangiato insieme agli  indigeni, ancora vergini in questo mondo. Ha suddiviso il mondo in parti e poi lo ha vissuto tutto. Nell’esposizione a Napoli, a Palazzo Pan, l’ambiente è stato differenziato per continente, attribuendo ad ognuno di questi un colore. Questo percorso aiuta lo spettatore ad immedesimarsi nel luogo. Inoltre Salgado viene considerato il “re del Bianco e Nero” ed è effettivamente così; solitamente le persone sono attratte dal bianco e nero perché ci porta a qualcosa di non reale, siamo abituati a vedere a colori e perciò l’assenza di questi ci fa pensare ad un artefatto, ma non con lui. Con le sue scale di grigi ci mostra il mondo senza farci distrarre da altro, ci troviamo di fronte ad opere perfette, che vanno osservate pienamente e non solo in un punto. Il suo bianco e nero è reale.

Finito il percorso dell’esposizione si ha una conoscenza più vivida del mondo, ma fa anche riflettere su quanto poco conosciamo ciò che non siamo abituati a vedere. Ti senti come un cavallo al quale hanno appena tolto il paraocchi.
Nello shop è possibile acquistare Il sale della terra, un documentario monumentale che traccia l’itinerario artistico e umano di Sebastião Salgado. Co-diretto da Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, figlio dell’artista.

La mostra si è conclusa:
Pan – Palazzo Arti Napoli
Via dei Mille, 60 – 80121 Napoli
18 ottobre 2017 – 28 gennaio 2018

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.