martedì , 12 dicembre 2017
Home | Arti figurative | Egeo: la creazione di un arcipelago

Egeo: la creazione di un arcipelago
Recensioni/Articoli di

Grazie alla centralità nei flussi turistici e alla sua vocazione naturalmente internazionale, rafforzata dalla presenza delle ambasciate e degli istituti di cultura, nasce a Roma il progetto Roma verso Expo, che mira ad assicurare la massima diffusione culturale e il coinvolgimento del grande pubblico all’ormai prossima Esposizione Universale di Milano. Un luogo di elezione unico …

9,00

Consapevolezza del limite

vittoriano[1]Grazie alla centralità nei flussi turistici e alla sua vocazione naturalmente internazionale, rafforzata dalla presenza delle ambasciate e degli istituti di cultura, nasce a Roma il progetto Roma verso Expo, che mira ad assicurare la massima diffusione culturale e il coinvolgimento del grande pubblico all’ormai prossima Esposizione Universale di Milano.

Un luogo di elezione unico per offrire visibilità e per dare la possibilità ai paesi che hanno aderito a quest’evento internazionale di presentare i propri progetti e la propria immagine attraverso un ricco programma di appuntamenti.
Tra questi, dal 16 al 26 febbraio, presso il complesso del Vittoriano la mostra Egeo: la creazione di un arcipelago, con la quale la Grecia si presenta. E lo fa in modo singolare. Non ci sono statue, reperti archeologici, fregi o gruppi scolpiti. Non c’è ciò che, di greco, il visitatore è solito osservare all’interno di un museo o di uno spazio destinato all’arte. Ma c’è la Grecia, e c’è intera; c’è la formazione di un arcipelago. Fossili di sequoie e alberi di palma, cefalopodi e piccoli animali, vissuti e scomparsi nel corso di rivolgimenti cosmici, si susseguono per quattro piccole sale lungo un percorso animato da applicazioni elettroniche interattive e proiezioni che illustrano le fasi delle ere geologiche, ma anche l’attuale biodiversità dell’Egeo e le particolarità di ogni singola isola. Paros, Antiparos, Milos, Kos, Santorini, sono raccontate attraverso una gallerie di immagini che immortalano una bellezza eterna intrisa di storia.

L’impressione è che la Grecia sia un mondo a sé stante. Una mostra realizzata per esprimere il senso umano di transitorietà di fronte a una natura incontrollabile, il contrasto tra l’effimero e l’eterno. Per questa volta, il gioco luminoso del continuo movimento dell’acqua si antepone all’arte e diventa esso stesso arte, continua e perenne, in grado di modificare i contorni del pianeta sul quale l’uomo vuole lasciare i segni della sua civiltà temporanea.

La mostra continua:
Complesso del Vittoriano

Roma
dal 12 al 26 febbraio 2015
tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30
ingressi gratuito

Egeo: la creazione di un arcipelago
curata dal Museo della Foresta Fossilizzata dell’isola di Lesvos (Grecia)
in collaborazione con Roma Capitale e Expo Milano 2015

9,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi